PALLAVOLO: FILIPPO GARRA DEL PALLAVOLO CARCARE CONVOCATO AD UN COLLEGIALE DELLA NAZIONALE ITALIANA/I COMMENTI

Continua la scia di successi del settore maschile della società valbormidese.

Dopo il traguardo del titolo regionale conquistato dalla prima divisione maschile, una bella notizia
ha allietato la famiglia GARRA e tutta la società biancorossa di Carcare dove Filippo Garra, classe
2005, maglia n° 11 nel suo ruolo di schiacciatore; su segnalazione di Julio VELASCO è stato
convocato per un collegiale della nazionale italiana che si terrà al centro sportivo Vigna di Valle di
Bracciano (Roma) dal 18 al 26 Agosto, insieme ad altri 12 atleti, unico giocatore della Liguria.

E’ un bel riconoscimento per il giovane atleta che ha iniziato il proprio percorso all’ età di nove
anni. – commenta la società – il percorso di Filippo lo ha visto già partecipare alle finali nazionali
under 14 a Bormio nel 2018 e in questo ultimo anno, sempre con i colori della Pallavolo Carcare,
ha vinto la fase regionale della Coppa Italia di prima divisione.

Filippo commenta la notizia ” stento ancora a credere a questa bella opportunità, ringrazio la fipav
per avermela concessa. Ringrazio inoltre la mia società, i miei allenatori e i miei compagni di
squadra, senza i quali non sarebbe stato possibile tutto questo”

Questo piccolo ma importantissimo traguardo deve essere di esempio per tutti i giocatori,
l’impegno e l‘amore dello sport alla fine porta sempre a dei risultati. Lo sa bene l’allenatore di
Filippo GARRA un giocatore che negli anni d’oro ha fatto parte della gloriosa serie C di Carcare ed
oggi allena il settore maschile. Il suo nome? Luca GARRA il padre di Filippo e mai come in questo
caso si può dire l’allievo che supera il maestro.

Sono sicuro – commenta il mister GARRA – che Filippo darà il meglio di se in questa importante
prova, così come lo ha fatto in campo e così come hanno fatto tutti i nostri ragazzi che in questi
ultimi anni hanno saputo conquistare ottimi traguardi sportivi. In questa avventura, Filippo porterà
l’esperienza di Carcare accompagnato dal calore e dall’amicizia della sua squadra.