CALCIO, SERIE D: IL CAPITANO DELLA ASD IMPERIA, GIUSEPPE GIGLIO: “SQUADRA COMPATTA E SERENA”

Momento abbastanza difficile per la formazione della ASD Imperia che non non vince dalla 27° giornata quando allo stadio “Nino Ciccione” si impose con la Caronnese (2-1).

Abbiamo chiesto al capitano dell’Imperia, Giuseppe Giglio, un’analisi di questo periodo dove i risultati stentano ad arrivare.

Domenica siete usciti sconfitti dall’incontro con la Folgore Caratese, tu come hai visto la partita?
“E’ stata una partita molto difficile perchè loro sono un’ottima squadra. A Imperia si pensa sempre che quando si vince sono scarsi gli altri e quando si perde siamo scarsi noi ma non è così, ci vorrebbe un po’ più di conoscenza della categoria e dei giocatori per avere un’idea più chiara di chi si va ad affrontare e invece si parla giusto in base ai risultati. Noi abbiamo messo tutto sul campo e infatti a fine partita ho visto i miei compagni stremati negli spogliatoi. Io la nostra prestazione la valuto buona ma di fronte avevamo una squadra preparata, organizzata e con ottimi giocatori e non sempre gli episodi girano a nostro favore.”

Arrivate da un periodo in cui siete stati completamente fermi per via della quarantena, ora come state fisicamente?
“Dieci giorni senza allenarci hanno un po’ compromesso il ritmo partita ma grazie al lavoro del mister e di Matteo Fiani stiamo recuperando in fretta per cercare di ottenere nuovamente la condizione ottimale. Ci tengo a dire che il gruppo è sereno e compatto, la società sta facendo di tutto per onorare gli impegni presi così come tutti noi stiamo dando il massimo ad ogni partita pertanto ci tengo a ringraziare tutti: società, staff, squadra e dirigenti perchè se siamo a questo punto a nove giornate dalla fine del campionato è proprio grazie a tutte queste persone che in quest’annata molto difficile si sono spesi per l’Imperia. Noto che non tutti, da fuori, riescono a comprendere al meglio le difficoltà che si possono incontrare in questa stagione fatta di lavoro, allenamenti, tamponi e trasferte.”

A livello motivazionale che obiettivi vi siete posti?
“L’obiettivo è sempre lo stesso, giocare al massimo per questa maglia. L’obiettivo primario, la salvezza, è praticamente raggiunto ma ora dobbiamo onorare al meglio il campionato e cercare di fare quanti più risultati positivi da qui alla fine.”

Domenica al “Ciccione” arriva il Casale, che partita ti aspetti?
“Mi aspetto una partita combattuta perchè loro sono vicini alla zona play-out, poi bisogna capire se veramente retrocederanno soltanto le ultime due o no, ma, in ogni caso, dovremo affrontarla con il coltello tra i denti perchè abbiamo entrambi fame di punti quindi daremo il massimo, così come abbiamo sempre fatto da inizio stagione ad oggi.”