Ecco il primo “patto per la rinascita” dello sport dilettantistico: chi risparmia, chi ci rimette…

L’estate che attende al varco della burocrazia e dei bilanci molte società sportive dilettantistiche si preannuncia come una sorta di una corsa ad ostacoli piuttosto alti e, per alcune, anche una lotta per la sopravvivenza. Nella provincia di Prato, secondo quanto apprendiamo da tvprato.it, diciotto società calcistiche avrebbero sottoscritto tramite i propri presidenti un “patto per la rinascita” snocciolato in pochi, scarni ma significativi punti.

Tra i più interessanti e discussi, vi è quello del congelamento degli aumenti delle quote per l’iscrizione alla scuola calcio e l’estensione del pagamento delle quote fino alla categoria Allievi. Una mano tesa, insomma, e subito ritratta nei confronti delle famiglie. Vi è poi la sospensione del pagamento del rimborso, per quattro mesi, a tutti gli allenatori ed istruttori; infine, vi è la piuttosto consueta richiesta (ma questa volta straordinaria) di sovvenzioni economiche da parte dei Comuni.

Si tratta di un modello replicabile anche a livello locale, sia nel calcio sia nelle altre discipline?

Di seguito il servizio integrale di tvprato.it: