CICLISMO: IL CT DELLA NAZIONALE DAVIDE CASSANI: “ABBIAMO UN BEL CALENDARIO”

L’Uci, circa due settimane fa, ha stilato il nuovo programma sul proprio SITO UFFICIALE.
Come si evince la Vuelta a Espana 2020 si disputerà dal 20 ottobre all’8 novembre, purtroppo, in contemporanea con il Giro d’Italia, la Parigi – Roubaix (prevista per il 25 ottobre), la Liegi – Baston – Liegi e il Giro delle Fiandre.
Restano senza data ufficiale le due gare in Germania: la Classica di Amburgo e il GP di Francoforte.

Resta confermata la prima “monumento” Milano-Sanremo 2020 in programma per sabato 8 agosto, dal 5 al 9 agosto si correrà anche la prima corsa a tappe World Tour, il Giro di Polonia 2020, e poco dopo, dal 12 al 16 agosto, il Giro del Delfinato 2020, vero banco di prova per il Tour de France 2020, evento attorno al quale è costruito tutto il calendario, dal 29 agosto al 20 settembre.

Il CT della nazionale italiana, Davide Cassani, in un’intervista rilasciata a “Eurosport”, si esprime così:

“Normale che stringere un calendario di 8-9 mesi in 95 giorni non è una cosa semplice, quindi ci saranno delle concomitanze e questo può penalizzare una corsa piuttosto che un’altra. L’importante comunque è ripartire. Il Tour è la corsa più importante, non possiamo scordarcelo, ed è normale che si siano scelti loro la data prima degli altri. Per quanto riguarda il Giro, dispiace che ci sia concomitanza con la Vuelta, ma quella ci può anche stare. Dispiace un po’ di più che durante il Giro ci siano 3 Monumento come Liegi, Fiandre e Roubaix. Delle tre, la corsa che mi auguro possa cambiare è la Liegi, perché è l’unica corsa che potrebbe essere appetibile anche per un corridore da corse a tappe”.