BEACH VOLLEY, ROAD TO TOKYO2020: IL PROGRAMMA DEGLI AZZURRI GUIDATI DA MATTEO VARNIER: “VEDO BENE I RAGAZZI”

Riportiamo subito la comunicazione diramata nella giornata di ieri dal Comitato Olimpico Internazionale dopo un po di allarmismo riguardo alla possibilità che le Olimpiadi possano essere annullate per l’epidemia del Coronavirus.

Il CIO ha infatti annunciato: “I preparativi per Tokyo 2020 procedono come previsto. È prassi normale per il CIO collaborare con tutte le principali agenzie delle Nazioni Unite e quindi con l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) per monitorare ogni incidenza di malattia infettiva e le necessarie contromisure”. Yuriko Koike, la donna a capo del Governo della capitale nipponica, conferma: “Non abbiamo mai discusso su una ipotetica cancellazione dei Giochi”.
Fonte: SKY SPORT

Guardiamo quindi, insieme al coach di Arma di Taggia Matteo Varnier, a quello che sarà il programma da ora fino all’inizio delle Olimpiadi di Tokyo, il 24 luglio, per la nazionale Italiana di Beach Volley.

“L’otto di febbraio partiremo per un mese negli USA ad Orlando, dove ci alleneremo con la coppia Dalhausser/Lucena (Dalhausser, idolo indiscusso di Paolo Nicolai, ottenne grandissimi risultati nella storia del beach volley), poi torniamo un giorno in Italia per poi ripartire a Doha in Qatar – torneo quattro stelle del World Tour in programma dal 9 al 13 marzo – torneremo in Italia ad allenarci per un mese e poi aspettiamo di sapere come evolve la situazione in Cina perchè dovremmo disputare diversi tornei di cui uno a Singapore – torneo quattro stelle World Tour dal 15 al 19 aprile – e poi altre 2 tappe – Yanghon, World Tour quattro stelle, dal 22 al 26 aprile, e Siming, World Tour quattro stelle dal 29 aprile al 3 marzo – i ragazzi li vedo bene, ci stiamo allenando molto e sono contento di come stanno lavorando”.

Presumibilmente l’ultima tappa del World Tour, cinque stelle, prima delle Olimpiadi di Tokyo 2020 per la coppia Lupo/Nicolai sarà quella di Roma dal 10 al 14 di giugno.