PALLAVOLO, SERIE C FEMMINILE: MICHELA VALENZISE COMMENTA LA SCONFITTA NEL DERBY: “LORO PIU’ PRONTE DI NOI”

Sabato 11 gennaio è andato in scena, al Mercato dei fiori di Bussana, il primo derby stracittadino di Sanremo tra NLP e RVS, valido per il campionato di serie C femminile.
Come ben documentato dalla nostra collaboratrice, Giulia Chiuso, QUI L’ARTICOLO, la RVS è riuscita ad imporsi per tre set a zero contro la NLP guidata da coach Michela Valenzise.
Una partita che ha riacceso l’entusiasmo e l’interesse attorno al mondo della pallavolo provinciale, un grande pubblico e una grande vicinanza come probabilmente mancava da tanto tempo.

Coach Valenzise com’è andata?
“Loro sono più pronte ed esperte, noi pecchiamo di inesperienza per quanto riguarda la categoria. In questo momento dobbiamo far atto di quel che è la realtà senza arrabbiature o delusioni. Dobbiamo essere consapevoli che il salto di categoria c’è stato e che la maggior parte di queste ragazze in squadra non ha mai affrontato un campionato di serie C con dinamiche di gioco diverse come la velocità, le altezze e gli attacchi. Tutto è diverso quindi paghiamo probabilmente l’inesperienza, detto questo comunque la crescita delle ragazze c’è ed è anche abbastanza evidente”.

Cosa è mancato alla tua squadra?
“E’ mancato l’attimo decisivo per chiudere la partita perchè comunque i parziali denotano che siamo sempre state lì vicino senza perdere con grande distacco. Nel secondo set eravamo 8 a 2 per noi, poi 18 – 12, poi alcuni errori e altri fattori hanno fatto si che rimontassero il risultato. La RVS poi ha attaccanti molto forti, quando le arrivano le palle le tirano giù molto bene Per quanto possano avere una rosa più ristretta ma è sicuramente più esperta della nostra. Noi abbiamo una rosa più allargata ma abbiamo molte giovani. “. 

C’è delusione?
“E’ ovvio che essendo un derby ci tenevamo a vincere però sono anche obiettiva nel dire che loro in questo momento sono più preparate e più pronte ad affrontare un campionato di serie C. Ora come ora ci manca la lucidità che ci permetta, quando sta finendo il set, di fare quel passo in più e chiuderlo in vantaggio. Dal venti in su ci manca quel momento importante che poi compromette tutta la partita”.

Può l’esperienza aver giocato un ruolo determinante nella partita?
“Assolutamente si, la RVS è da tanti anni che gioca in questa categoria e con giocatrici molto forti e abituate a giocare a certi ritmi e certi livelli. Ha compromesso questa partita così come tutte le altre dove potevamo vincere e poi abbiamo perso proprio perchè manca l’esperienza per chiudere la partita. Mi auguro fortemente che questo girone d’andata sia servito a tutte le mie ragazze ad acquisire più consapevolezza e più esperienza e che le possa servire in questo girone di ritorno per fare i punti necessari e arrivare a giocarci la salvezza”.

Sabato e domenica affronterete due partite una dietro l’altra, siete pronte oppure le ragazze hanno accusato tanto il contraccolpo della sconfitta nel derby?
“Secondo me c’è un po di amarezza però alla fine devono essere obiettive anche loro e capire che in questo momento loro più forti di noi. Tra sabato e domenica speriamo di fare almeno cinque punti perchè altrimenti diventa poi dura. Sabato saremo con il Celle Varazze, che è una neo promossa come noi, e contro di loro abbiamo un po il dente avvelenato perchè lo scorso anno in casa loro abbiamo fatto una brutta figura. Spero che le ragazze abbiano uno stimolo in più e un po di voglia di rivalsa. Domenica con il Tigullio che anche loro sono una squadra altalenante per cui suppongo che siano, più o meno, come noi”.