CALCIO, ECCELLENZA: MISTER LUPO E’ FELICE DELLA VITTORIA: “SONO CONTENTO PERCHE’ IL GOL PREMIA UN GIOVANE ARRIVATO IN PRIMA SQUADRA”

Si potrebbe dire cambio azzeccato per mister Lupo visto che Gilberto Pellegrino è subentrato a venti minuti dalla fine per sostituire Salmaso, autore anch’esso di un’ottima partita. Una mossa, quella dell’allenatore dei nero azzurri, che ha premiato un giovane su cui ha creduto, uno dei tanti a dire il vero visti i numerosi esordi anche di Nastasi, lo stesso Pellegrino ma anche di Manitto, tutti ragazzi cresciuti nel settore giovanile dell’Imperia.

Mister Lupo come ha visto la partita?
“Ieri è stata una partita, dall’inizio dell’anno, completa. Avendo di fronte una squadra che aveva dei principi di gioco, paradossalmente è un po più facile rispondere a squadre che hanno un senso e un’idea di gioco. Ci sono state due o tre partite nella partita perchè all’inizio passi da due in mezzo al campo a tre, poi provi a vincerla spostando Guarco attaccante e creando una linea difensiva diversa. Ho provato a spostare Giglio esterno mettendo un giovane come centrale per avere più spinta. La cosa più bella di tutte è stata che non abbiamo fatto errori individuali da nessuna parte perchè c’è stata molta concentrazione su tutti i reparti e poi questa gran voglia che avevo di vincere la partita l’avevano anche tutti i ragazzi. Un’ottima partita, forse la più completa dall’inizio dell’anno”.

Dopo i primi quindici minuti della ripresa l’Imperia ha fatto, in tutto e per tutto, il gioco con il Genova Calcio che provava a colpire soltanto con lanci in area di rigore..
“Anche il primo tempo loro hanno preso un palo ma noi abbiamo avuto due occasioni enormi con Capra e Giglio. La partita è stata in equilibrio totale, poi è chiaro vuoi vincere la partita e cambi qualcosa con quello che hai perchè non avendo tanti ricambi non puoi fare più di tanto quindi l’unica mossa era quella lì”. 

Sarà sicuramente contento del gol ma forse lo è ancora di più perchè l’ha fatto un giovane?
“Sono veramente felice perchè Pellegrino, Nastasi, Manitto e Meda sono ragazzi che sono dall’inizio dell’anno con noi, non hanno mai saltato un allenamento e sono sempre disponibili a differenza di qualcun’altro che ha pensato di disertare la prima squadra. Questa è una cosa che non va bene e mi dispiace perchè non credo sia corretto e nemmeno molto logico. Secondo me, quelli che ho nominato, devono continuare con questo attaccamento alla maglia e atteggiamento positivo perchè sono ragazzi che meritano rispetto in quanto hanno sposato la causa e hanno la fortuna di avere un allenatore che crede tanto nei giovani. Non sono uno che non li fa giocare, io credo in loro e sicuramente avranno spazio con un giusto criterio. Di questi ragazzi va premiata la costanza, l’impegno e la determinazione. Ieri ha festeggiato Gilberto e più avanti toccherà a qualcun’altro di questi giovani che continua a fare questi piccoli sacrifici e che si rendono così disponibili. Io credo che l’intento dei giovani deve essere quello di arrivare in prima squadra, trovo folle e per niente corretto che qualcuno non voglia venire nei “grandi” anche perchè questo è un gruppo di ragazzi molto positivo che tratta bene i giovani e li fa stare bene, in più hanno la fortuna di avere un allenatore che crede molto in loro quindi se qualcuno non vuole venire in prima squadra con questo contesto cosa gioca a fare?!”