CALCIO, DIANESE&GOLFO: MISTER NICOLA COLAVITO E’ SODDISFATTO: “HO CHIESTO DELLE COSE AI RAGAZZI E L’HANNO FATTO BENE”

Diano Marina. Buona la prima per la Dianese&Golfo e mister Colavito che ottiene una bella vittoria contro la formazione dell’Ospedaletti guidata da mister Caverzan. Bel test disputato tra le mura amiche del “W.Marengo” dopo due settimane dall’inizio della preparazione. Archiviata la vittoria con gli “orange” si pensa già a domenica 18 quando a Diano Marina, alle ore 20:30, arriverà il Pietra Ligure di mister Pisano, altra formazione militante nel campionato di Eccellenza.

Abbiamo chiesto a mister Nicola Colavito un suo commento riguardo le prime due settimane di preparazione, in merito all’amichevole con l’Ospedaletti, sulle potenzialità di questo organico e sulla prossima partita contro il Pietra Ligure.

Le prime due settimane:
“Al di là della partita amichevole contro l’Ospedaletti, c’è grande disponibilità del gruppo ed entusiasmo. Da parte della società una grande disponibilità, dico questo perchè è l’aspetto primario. Ho i ragazzi che dal primo giorno di allenamento stanno dando grande applicazione e approccio giusto all’allenamento. Hanno tutti voglia di fare bene. Siamo una squadra giovanissima dove l’età media è di 21 anni, di tutto il gruppo. Potremo giocare con tanti giovani la domenica”. 

Amichevole Ospedaletti:
“Ho chiesto delle cose ai ragazzi, l’hanno fatto e bene. Abbiamo fatto un buon primo tempo e poi abbiamo fatto, dopo quindici minuti del secondo tempo, dei cambi in modo di dare la possibilità a tutti di trovare la condizione. Abbiamo ancora tanti margini di miglioramento ma ci sono tutti i presupposti per fare bene e per fare la nostra parte”.

Soddisfazione:
“Sono molto soddisfatto sopratutto per la personalità della squadra. Ai ragazzi  chiedo sempre di non perdere la nostra identità, i nostri concetti, le nostre idee e, al di là della squadra che andiamo ad affrontare, dobbiamo cercare sempre di mettere in pratica. Sono molto soddisfatto, sotto questi aspetti, perchè l’approccio è stato quello giusto. C’è stata una grande concentrazione ma sopratutto grande personalità contro una squadra di una categoria superiore alla nostra. I ragazzi non hanno avuto nessun timore reverenziale ma hanno messo in pratica quel che ho chiesto cioè di fare la nostra partita”.

Le potenzialità:
“C’è un progetto, lo stiamo costruendo. Le basi sono buone e guardiamo la prospettiva che può avere questa squadra durante la costruzione e per gli anni dopo. Sicuramente grande vocazione giovanile, creare non una frattura tra la prima squadra e il settore giovanile ma al contrario un punto d’arrivo per tutti i ragazzi. C’è grande comunicazione, grande scambio tra l’allenatore della prima squadra e tutto il settore giovanile, questo è il progetto”.

Amichevole contro il Pietra Ligure domenica 18 agosto:
“Mi aspetto che la squadra di partita in partita faccia passi in avanti e acquisisca un certo tipo di mentalità, di continuità, automatismi, concetti e idee. Questo dobbiamo farlo di domenica in domenica per arrivare sempre alle partite al top”.