PALLAVOLO: STEFANO PUGI, PRESIDENTE DELLA NSC VOLLEY IMPERIA: “OBIETTIVO PER IL PROSSIMO ANNO META’ CLASSIFICA”

Imperia. E’ stata sicuramente una buona stagione per la NSC Volley Imperia che è riuscita a rimanere nel campionato di serie D dopo aver vinto i playout contro il Lunezia Volley ma anche per la grande continuità evolutiva del proprio settore giovanile.
Dati importanti, probabilmente i migliori anche se non abbiamo i dati di altre società, per le iscrizioni. Tanti segni di quanto questa società stia lavorando bene.

Abbiamo discusso con il Presidente Stefano Pugi riguardo tanti argomenti.

Presidente come prima cosa le chiedo se è soddisfatto per la permanenza, anche nella prossima stagione, in serie D.
“Era un atto dovuto. Lo Avevamo chiesto agli allenatori, poi abbiamo dovuto fare un cambio perchè i risultati ostentavano ad arrivare. Si era persa un po di fiducia e per noi la serie D era un punto fondamentale perchè le ragazze più giovani se non hanno uno scopo importante, come era questa categoria, perdono un po di stimoli. Per noi è stata importantissima questa permanenza guadagnandosela sul campo e non comprando i diritti. Questo spareggio playout con il Lunezia è stato eccezionale perchè abbiamo visto tutto lo spirito delle ragazze, hanno vinto 3 a 0 in casa e fuori con una superiorità importante e questo era il punto essenziale”.

La crescita societaria.
“Di fatto che la nostra sia una società che cresce lo dimostrano le iscrizioni ma anche i risultati che siamo riusciti a raggiungere, ad esempio il successo ottenuto in Seconda Divisione Fipav e quindi il prossimo anno saremo anche in prima divisione oltre che in serie D, questo dimostra che c’è del buono. Anche a livello giovanile. La nostra under 13 è partita ieri per andare a fare gli italiani a Cesenatico essendo campioni regionali. C’è un bel futuro. Se la società la legge con questi ritmi e armonia tra dirigenti, perchè veramente siamo una squadra fortissima, anzi, sono loro un’ottima squadra perchè io intervengo soltanto in alcuni casi. Loro fanno veramente di tutto, da manager, direttore sportivo e anche da Presidente, una squadra di dirigenti che va rimarcata perchè magari ce ne fosse così. Quest’anno abbiamo tra le nostre fila 145 iscrizioni, numero molto importanti e che richiedono anche tanti sacrifici non solo di allenatori ma anche dirigenti perchè coordinare tutte queste squadre non è facile anche con i progetti scuola”.

Secondo lei quale è la chiave di successo?
“L’armonia che regna tra i dirigenti e il progetto scuola con la nostra Daniela che cura questa nostra iniziativa. A tutt’oggi le ragazze più grandi la chiamano ancora mamma. Questa è la chiave per cui si cresce”.

Settore giovanile, quest’anno ci sarà qualche ingresso nel gruppo serie D.
“Purtroppo la nostra atleta di punta Sara Vitali la perdiamo perchè si è iscritta all’università a Torino per cui ci sarà un ricambio con alcune atlete”.

Questi numeri consentono alla società di avere sempre un ricambio generazionale anche in futuro.
“Da sotto si sta lavorando con tantissima forza, lo dimostra anche l’under 13 che è partita per Cesenatico per i nazionali. Sono ragazzine terribili. Da segnalare anche le ragazze della nostra società che sono state selezionate per il torneo delle regioni tra cui Chiara Muscatiello”.

L’obiettivo primario per il prossimo anno per il gruppo serie D?
“Bisogna crescere piano piano. Lo proporrò al nostro allenatore, Roberto Gavi, che è un bravo allenatore e collaudato, nella primissima riunione che, lo scopo, sia quello di non farci soffrire fino allo spareggio ma di ottenere un onorevole media classifica. Anche perchè vedo del buono, parlo da passionario ma non da intenditore, nei gruppi under 16/18. C’è del materiale già buono da portare nel gruppo della serie D”.

Il derby con la Maurina in serie D.
“In tutte le categorie l’abbiamo sempre affrontato e, per ora, è ricco di successi”.