CALCIO, ASD IMPERIA: QUELLA JUNIORES ECCELLENZA ALLENATA DA MISTER ORNAMENTO, CHE FINE HA FATTO?!

Imperia. Più o meno un anno fa la formazione Juniores della ASD Imperia avrebbe disputato la finale regionale del campionato Juniores Eccellenza, persa ai rigori.

Tutti gli addetti ai lavori, guardando a quella squadra, hanno pensato all’ottimo aspetto qualitativo e di sicuro successo per la prima squadra in ottica futura. Purtroppo per tutti i tifosi nerazzurri di quei ragazzi non ne gioca nemmeno uno in prima squadra. Molti hanno smesso di giocare e altri gravitano in prestito presso altre società.

Il portiere, Giorgio Giraudo si è trasferito per studio. Il forte difensore Endi Tahiraj ha smesso di giocare, De Michele dalle informazioni che abbiamo ha smesso di giocare. Il terzino destro, adattabile anche come esterno d’attacco, Ludovico Vassallo è in prestito nella Dianese&Golfo, il cugino Nicolò Vassallo, difensore centrale ma all’evenienza anche centrocampista centrale, ha smesso di giocare. L’altro terzino, sinistro, è Riccardo Meda che milita attualmente nella formazione Juniores nerazzurra. Invece non abbiamo nessuna informazione su Samuele Calcina, secondo portiere. Giovanni Borderò, difensore centrale, è stato il capitano, fino al suo infortunio, della juniores di questa stagione.

Passando al reparto di metà campo vogliamo parlare subito di Matteo Calzia, centrale davanti alla difesa con una grande rapidità di passaggio e visione di gioco, che ha smesso di giocare ed è passato al Triathlon dove sta ottenendo buonissimi risultati. Filippo Verda, giocatore più o meno simile a Calzia sotto certi aspetti, trasferitosi per studio. Riccardo Cosenza che era un vero jolly all’interno del centrocampo, grande fantasia per lui, non abbiamo nessuna informazione. Enea Mane che, secondo noi, era uno dei giocatori più talentuosi e che poteva benissimo essere inserito nella rosa dei titolari, sì è trasferito a Genova per studio. Hamza Fatnassi, un altro ottimo centrocampista adattabile a tutti i ruoli del centrocampo, è stato l’unico centrocampista a vedere il campo del “Ciccione” con la prima squadra per poi finire la stagione con la juniores.

In attacco questa squadra veniva completata in modo fantastico con: Tommaso Moscatelli, che, insieme a Fatnassi Paolo Risso sono stati gli unici nerazzurri a vedere la prima squadra di questa stagione, per poi, quest’ultimo, abbandonare per lavoro. Una gravissima, sempre secondo noi, perdita è stata dare in prestito alla Dianese&Golfo Anes Chariq, trequartista, seconda e prima punta, esterno d’attacco probabilmente anche adattabile come mezz’ala, un giocatore tecnico come pochi se ne vedono in circolazione, fiuto del gol, assist, velocità d’esecuzione e grande visione di gioco. Un altro buon attaccante era Luca Fraioli che quando entrava si faceva sempre trovare pronto a buttarla dentro, ha smesso di giocare. Rafael Baroni, stagione altalenante per lui con presenze e assenze, si trova sempre con la formazione Juniores nerazzurra.

Grandi meriti vanno attribuiti anche al loro allenatore Paolo Ornamento che nelle sue due stagioni con questi ragazzi ha saputo tirare fuori il meglio da loro, gestendo ottimamente lo spogliatoio e sapendo metterli in campo per farli esprimere al meglio. Attualmente allenatore della selezione provinciale Giovanissimi 2005.

Valutazioni; le nostre speranze, così come quelle di tanti altri, erano di vedere tanti di questi giocatori almeno aggregati alla prima squadra, inseriti graduatamente come è successo con Giglio, Laera, Faedo, Trucco, Pinna ecc. invece una gestione poco attenta ai “talenti” nostrani ha fatto sì che questi si perdessero chi smettendo di giocare, chi cambiando sport e chi in prestito.

Non sarebbe stato meglio dare continuità all’ottimo lavoro svolto dal settore giovanile portando, come come  in passato, giocatori in prima squadra?

Ci sentiamo di dissentire guardando al tesseramento di giocatori giovani arrivati da fuori regione vista la presenza di Chariq e tanti altri, che dopo la breve esperienza dello scorso anno in prima squadra avrebbero dovuto confermarsi durante questa stagione.

Se la prossima stagione ci sarà sempre l’attuale dirigenza ci auguriamo vivamente possa far rientrare molti di questi giocatori dandogli spazio in prima squadra. Nel caso in cui ci sarà invece la nuova società speriamo possa valorizzare i nostri giocatori guardando prevalentemente ai giovani del settore giovanile unendoli a giocatori di qualità per farli crescere al meglio.