ARTI MARZIALI, MMA: GIACOMO MICHELIS IN VISTA DELLE FINALI NAZIONALI OKTAGON: “PER ME UNA GRANDE OPPORTUNITA'”

Imperia. Grande vittoria e grande risultato per Giacomo Michelis, del Team Kombat Alassio, in quel di Pieve di Cento in provincia di Bologna, dove è riuscito a battere Omar En Haila mantenendo così il punteggio che gli vale la finalissima Nazionale Oktagon in programma il 25 Maggio a Monza.
A partecipare a questo importantissimo evento, oltre tre titoli mondiali, anche altri due atleti liguri. Parliamo di Giovanni Spanu (Team Kombat Alassio) e Veronica Vernocchi di Genova, vincitrice di Oktagon 2012 nella categoria K-1, che combatterà contro la Martine Michieletto per il titolo del mondo.

Tornando alla grande vittoria dell’imperiese Giacomo Michelis vogliamo guardare il suo cammino iniziato quando, domenica 17 Febbraio al palazzetto di Sava in provincia di Taranto, ha combattuto e vinto, nella Main Card, contro il pugliese Francesco Controversa, campione italiano in carica della categoria, per le selezione Oktagon.
Titolo Italiano quindi per Michelis mantenuto anche nell’ultimo incontro con Omar En Haila.

Ecco il commento di Giacomo in vista del prossimo evento e sull’incontro vinto:

Approccio perfetto?
“Sono riuscito a chiuderlo prima della fine del primo round, diciamo che io ho fatto tanti anni di Judo e lotta libera quindi ho mirato sulle mie qualità, il mio punto forte. La mia strategia era quella, sapevo che lui era più forte in piedi, essendo uno striker, e quindi volevo adottare questa strategia che è ben riuscita vincendo con una mossa per strangolamento (mata leao)”. 

Come hai trovato il tuo avversario?
“Lui fisicamente era ben piazzato, molto prestante fisicamente ed esplosivo come movenze però sono riuscito fin da subito a prendere il controllo del centro ring e delle azioni. Sono stato a mio avviso più propositivo in modo da cercare di incutere più timore in lui”.

Ti aspettavi di chiuderla al primo round?
“Più che aspettarmela me lo sentivo, non me lo aspettavo perchè ogni match è a sé però ero partito con l’idea di chiuderlo abbastanza presto, anche perchè il 25 Maggio avrò un altro incontro e volevo cercare di limitare i danni”. 

Obiettivo vincere la finalissima:
“Sarebbe sicuramente una cosa molto buona perchè hai una vetrina molto importante nell’Oktagon quindi vincere lì sarebbe molto bello e importante. Un palcoscenico del genere aprirebbe mille scenari. Sono molto contento anche perchè per fare questo evento sono andato in Puglia a sconfiggere il campione Italiano e capitano della Nazionale della K-1 e mi sono riconfermato riuscendo a battere En Haila nell’ultimo incontro che ho disputato”.

Foto copertina realizzata da Wagner Mela.