BASKET, SERIE C FEMMINILE: DOPPIO IMPEGNO NEL WEEK-END APPENA TRASCORSO PER LE RAGAZZE DEL BLUE PONENTE BASKET DIANO MARINA

Doppio impegno nel fine settimana appena trascorso per la Serie C femminile di Blue Ponente Basket, con due prestazioni che confermano la crescita delle giovanissime ponentine nel campionato senior. Sabato solo l’inesperienza fa mancare quel tanto di “mordente” per acciuffare la prima vittoria nella sfida casalinga contro Chiavari, vittoria che però arriva subito il giorno successivo in trasferta a Genova contro il Sidus.

Sabato 30/03/19
Blue Ponente Basket vs Aurora Chiavari 54-59 (21-13, 8-15, 11-21, 14-10) – Arbitri: Andreini M., Patrone M.
Blue Ponente: Olivari 22, Manzella 13, Munerol 6, Bagalà 4, Zagari 4, Merano 3, Lia 2, Cordero, Cotterchio, Grisi, Smorto (cap) – All.: Favari, Sasso
Chiavari: Grigoni 20, Copello 17, Berisso 11, Bordone 5, Abiday 2, Costantini 2, Spinetto 2, Quaggia, Ravera, Raggio (cap), Zaccone – All.: Straffi
Partono bene le ponentine, vincendo largamente un primo quarto da ben 21 punti; nel secondo quarto, grazie anche a tre triple, le avversarie realizzano un primo recupero e si va all’intervallo sul 29-28, con partita apertissima. Nel terzo quarto si conferma la buona giornata delle chiavaresi da dietro l’arco: 5 triple su 6 tentativi “segano” le gambe alle padrone di casa, che subiscono il parziale di dieci punti. Nonostante la volontà di recuperare, non sarà sufficiente il quarto quarto a ricucire lo strappo che due bombe targate Blue nell’ultimo minuto di gara riducono ma non riescono a colmare.

Domenica 31/03/19
Sidus Life & Basket Genova vs Blue Ponente Basket 52-63 (13-8, 19-12, 7-26, 13-17) – Arbitri Gamberini O., Daga V.
Sidus: Grosso 10, Zichinolfi 10, Marelli 8, Rossi (cap) 7, Patrone 6, Saturnino 6, Pieri 3, Ottaviani 2, Barbagelata, Pastorino, Fabbri ne, Zappia ne – All. Razzetti, Nosari
Blue Ponente: Manzella (cap) 22, Olivari 19, Bagalà 10, Zagari 4, Merano 3, Lia 3, Grisi 2, Poracchio – All. Favari, Sasso
Primo referto rosa con una prestazione dai due volti, ma con una reazione ed un’applicazione alla gara fino all’ultimo secondo che finora non si era ancora vista da parte delle giovanissime ragazze del duo Favari/Sasso e che rappresenta un grande passo avanti. SI inizia male, con buona parte delle atlete “fuori” partita, distrazioni difensive e troppi errori offensivi. Leggero ma non sufficiente miglioramente nel secondo quarto e si va all’intervallo di una gara che appare compromessa sul punteggio di 32-20. Al rientro la musica cambia completamente: grande applicazione difensiva dalla quale, come sempre, scaturisce poi anche ritmo offensivo: le ponentine mettono in crisi l’attacco avversario, recuperano palloni, corrono bene in contropiede, aumentano le percentuali al tiro e non mollano più, sia fisicamente che mentalmente, fino alla fine. Un terzo quarto memorabile consente di raggiungere e superare le avversarie, e poi molto bene nel rimanere concentrate portando a casa anche l’ultimo quarto e non concedendo alle genovesi spazi di recupero. Considerando che le atlete a disposizione erano solo otto, che la più “grande” è leva 2001 e che l’età media della squadra era quindici anni e mezzo, una prova di carattere notevole.

Il commento di coach Favari: “Siamo tutti contentissimi di questo risultato. Le ragazze se lo sono meritato con il lavoro e con i sacrifici fatti quest’anno, nella difficoltà logistica di unire in una squadra ragazze che vivono a 70-80 km di distanza. La prima vittoria in serie C, in una gara in cui la più grande a referto era una 2001 ed in piena emergenza infortuni, testimonia una crescita pazzesca di queste ragazze.” dice il coach. “Già con Chiavari, per non parlare di Spezia in casa, avevamo meritato, ma ci era sempre mancato un qualcosa per portare a casa il referto rosa. A Genova finalmente le nostre hanno tirato fuori quel qualcosa in più dal punto di vista emotivo che era sempre mancato. Impossibile fare un solo nome, tutte e 8 (si solo 8!) le ragazze sono state determinanti. Ora manca la costanza e la continuità, ma in un gruppo così giovane vedere tutta questa grinta e questo talento basta e avanza. Lavoreremo ancora più sodo per limare i difetti che ovviamente ci sono, e continueremo nella nostra idea: il loro miglioramento individuale. Ma con il cuore visto domenica sarà tutto più semplice: Brave Ragazze !!” conclude Favari.