PALLANUOTO, SERIE B FEMMINILE: IL CAPITANO DELLE RARI GIRLS, SARA SOWE: “OBIETTIVO STAGIONALE I PLAY-OFF”

Imperia. Doppia roboante vittoria per le ragazze della Rari Nantes Imperia, allenate da Merci Stieber, nel campionato serie B femminile.
Al momento, le Rari girls, guidano la classifica con 16 punti.
Nel primo incontro, in trasferta con Sp. Lodi, sono riuscite ad imporsi 1-16. Nel secondo incontro, casalingo, un’altra larga vittoria, questa volta contro Canottieri Milano, vincendo 12-2.

In due partite il capitano, ed estremo difensore della Rari Nantes Imperia, Sara Sowe, ha subito solamente tre gol ed è proprio la differenza reti a far si che le imperiesi restino prime in classifica seguite dal prossimo avversario in campionato, Aquatica Torino anch’esse a 6 punti, sfida in programma per domenica 17 Marzo.

Nonostante la giovane età, la Sowe, ha già maturato una certa esperienza con presenze anche in campionati di altissimo livello come la A1 collezionando presenze alternate ad alcune panchine, giocando insieme a grandi giocatrici.
Un percorso sportivo da sempre insieme alla Rari Nantes Imperia giocando tra le fila della società imperiese fin dalla giovanissima età.

Sara, come giudichi queste due prime uscite?
“Siamo contente, siamo riuscite ad imporre il nostro gioco e non adeguarci a quello delle avversarie. E’ importante partire con queste due vittorie che aiutano tutto il gruppo”.

Che obiettivo vi siete prefissate per questa stagione?
“L’obiettivo è sicuramente arrivare in zona play-off, insieme alla nostra allenatrice (Merci Stieber) vogliamo arrivare a questi risultato per cercare poi di salire di categoria.

Domenica 17 affronterete Aquatica Torino, che partita ti aspetti?
“Sarà sicuramente una bella partita, vista appunto la giovane età delle mie compagne, dovremo fare attenzione a non far calare l’attenzione e la concentrazione sulla partita. Sono fiduciosa perchè c’è un buon livello qualitativo della squadra, le ragazze sono molto giovani e farò di tutto per trasmettere tutto quel che ho imparato in questi anni”.

Foto copertina di Daniela Torchio.