BASKET, SERIE C FEMMINILE: SCONFITTA 81-51 PER IL BLUE PONENTE BASKET CONTRO AUDAX SAN TERENZO/ IL TABELLINO

Serie C – 26/01/19
Audax San Trerenzo – Blue Ponente Basket 81-51 (20-17, 22-10, 20-8, 19-16)
San Terenzo: Canova 35, Lucignani 11, Del Carria A. 9, Pescetto 9, Cattoi (cap) 8, Gili 7, Castorina 2, Bracco, Pedemonte, Borghini n.e. – All.: Rossi, Frola
Blue Ponente: Olivari (cap.) 23, Manzella 12, Zagari 8, Lia 4, Grisi 2, Poracchio 2, Bagalà, Cotterchio, Merano, Raele – All.: Favari, Sasso

I 35 punti di Lucilla Canova, classe 1985, giocatrice che ha militato in A2 a Carugate, Crema e La Spezia (qui anche con apparizioni in A1) riassumono meglio di tanti commenti la partita che, a discapito del risultato finale, è stata una delle migliori giocate dalle ponentine dall’inizio della stagione. La differenza è tutta nel divario che il bagaglio di esperienza delle levantine scava inesorabilmente, ed è giusto che sia così: quindici anni e mezzo l’età media delle ragazze di Blue Ponente (classe 2000 la più “anziana”), campionato di esperienza doveva essere e così è, ma prove come questa, rette bene sul campo fino all’ultimo secondo, sono i gradini di crescita che volevamo che le ragazze affrontassero. Da parte delle squadra del duo Favari/Sasso una partita seria e concentrata: a dimostrazione di questo il parziale del primo quarto, che vede Blue Ponente in vantaggio per la maggior parte del tempo. Poi alcune disattenzioni ed incomprensioni sui giochi più “evoluti” delle avversarie (che a questa età vanno benissimo e fanno parte del processo di crescita) hanno fatto si che la differenza nel punteggio aumentasse. “Probabilmente è la miglior prestazione da quando ho preso queste ragazze. Sembra strano, data la differenza nel punteggio, ma con una squadra così giovane dobbiamo andare oltre il risultato ed analizzare i miglioramenti fatti.” commentano il coach. “Dal punto di vista individuale stanno crescendo tanto, sia come atteggiamento sia dal lato tecnico. Sono sicuro che con l’impegno negli allenamenti arriveremo a toglierci molte soddisfazioni.”.