PALLAVOLO, SERIE C: IL VICEPRESIDENTE DELLA MAURINA STRESCINO VOLLEY, ALDO DE MARTIN: “LA CANNONI UN’OTTIMA OPPORTUNITA’ PER IL GRUPPO”

Gradito ritorno di Barbara Cannoni nella rosa della Maurina Strescino Volley, un elemento fondamentale per la salvezza e la crescita delle giovanissime atlete. Una figura, quella della Cannoni, che rassicura con la sua forza agonistica e tattica e che potrà sicuramente dare un grosso aiuto a tutto il gruppo. Un “addio” della scorsa stagione che non ha fermato comunque la Cannoni che ha continuato ad allenarsi (anche a beach volley) tornando nel momento più importante della stagione. Serietà, è quel che è balzato ai nostri occhi, non ha voltato le spalle alla sua società ma anzi nel momento del bisogno ha risposto “presente”.

Abbiamo chiesto al vice presidente della Maurina Strescino Volley, Aldo De Martin, un commento sulla classifica e sul ritorno appunto di Barbara Cannoni.

La classifica della Maurina.
“La classifica poteva essere leggermente migliore, ad una giornata dal termine del girone d’andata. Specialmente per la partita di Sestri che era alla nostra portata, a ragion per cui nel primo set abbiamo giocato molto bene. Giochiamo bene poi abbiamo dei buchi dove andiamo sotto, le andiamo a recuperare e poi riperdiamo di nuovo i punti. Non essendoci nessuno d’esperienza è difficile, a noi manca quello quindi diciamo che i punti contro la partita di Sestri ci mancano, nelle altre partite qualche punto qua e là l’abbiamo sprecati dove magari potevamo arrivare al tie-break. Diciamo che potevamo avere tre punti in più. Il nostro problema è dopo i venti punti, è un problema che ricorre. Abbiamo perso la Lupi in un ruolo difficile come quello dell’opposto, garantiva una certa prestazione sia in difesa che in attacco però gli infortuni fanno parte dello sport”

Il ritorno della Cannoni?
“E’ stata carinissima perchè ha il suo lavoro prima di tutto, poi allena le nostre under 12/10 insieme a coach Gallo e Ozenda, sta facendo il corso da allievo allenatore e troverà anche il tempo per allenarsi. Ha dato una disponibilità eccezionale, da sabato fino alla fine del campionato per tutte le partite sarà a disposizione della società a full time”.

Il ritorno della Cannoni va a completare questa rosa?
E’ chiaro che l’impiego di Barbara non sarà stravolto rispetto a quel che lei ha sempre fatto, quindi giocherà nel suo ruolo da centrale, poi ovviamente sarà il coach che deciderà il posizionamento migliore nella rotazione. L’assetto probabilmente verrà cambiato anche in funzione di quello, visto che la Cannoni è in grado anche di ricevere. Lei può dare un nuovo equilibrio alla squadra, è un agonista e ha esperienza, al di là della sua funzionalità in attacco ha anche un ottimo servizio. Noi abbiamo mediamente una squadra con una buona battuta con lei miglioriamo ancora di più. Il gruppo l’ha presa bene, ho parlato molto chiaro a loro e ho detto alle ragazze che la Cannoni può essere soltanto un’ottima opportunità e un grande aiuto sia per la squadra che per la società”

Più addetti ai lavori consigliavano l’inserimento di una giocatrice di esperienza.
Si perchè purtroppo se spaziamo un attimo, quest’anno in provincia stiamo tutti faticando, a parte forse Bordighera e Sanremo. E’ l’anno del cambio generazionale e con atlete che arrivano dal campionato di Prima Divisione, dove la qualità non è altissima, poi affrontare un campionato regionale è durissima. Ci vorrà un paio d’anni perchè queste ragazze crescano. Elementi validi ci sono ma c’è bisogno di grande lavoro e sacrificio, il bacino d’utenza non è sufficiente. La provincia di Imperia non può mantenere 2 serie C e 4 serie D, non c’è qualità giovanile per mantenere 6 campionati regionali. Se avessimo qualità andremo a vincere le finali regionali ma non abbiamo tutta questa qualità. Le atlete brave ci sono ma sono tutte sparse, purtroppo non si può affrontare questo discorso perchè tutti pensano al proprio orticello quindi bisogna andare avanti così cercando di aspettare che le ragazze crescano”.