PALLAVOLO. NSC VOLLEY UNDER 12. COACH RAFFAELE SINI COMMENTA COSI’ IL TITOLO DI VICE CAMPIONI D’ITALIA: “CESENATICO RIMARRA’ UN RICORDO INDELEBILE”

Altro risultato molto importante per la società imperiese della NSC Volley, un secondo posto, quello dell’under 12 alle “Final Four” nazionali CSI, che premia lo sforzo, il lavoro e la costanza. Dopo la vittoria del campionato di prima divisione con la conseguente promozione in serie D della prima squadra, la probabile promozione in seconda divisione dell’under 16 arriva appunto questo titolo come vice campione nazionale per la formazione under 12.
Abbiamo chiesto un commento a Raffaele Sini, coach di queste ragazze, su questa grande impresa.
Di seguito il suo commento.

“I 5 giorni passati a Cesenatico rimarranno un ricordo indelebile nelle ragazze e in noi allenatori, è stata un’esperienza molto proficua che ci ha permesso una crescita importante sotto tutti i profili. Passando alle partite, abbiamo vinto, senza perdere un incontro, la fase a gironi contro realtà come Busnago, Modena e la Salese Padova, poi in semifinale abbiamo avuto la meglio contro la compagine di Bolzano. Abbiamo perso la finale contro una squadra molto forte ed equilibrata e nonostante nella precedente fase siamo riusciti ad avere la meglio, nella partita che valeva lo scudetto non siamo riusciti a portare a casa il risultato perdendo il tie break per 15-13 dopo 2 set molto combattuti e terminati 25-20, il primo a nostro favore e il secondo per 25-21 a favore della squadra avversaria. Sono comunque molto contento del risultato, ringrazio tutte le ragazze per l’impegno profuso a coronamento di una stagione molto impegnativa che ci ha regalato dei risultati importanti, le stesse atlete che continueranno ancora a lavorare con uno stage di livello a Sanremo a fine giugno e un camp ad Artesina a meta luglio, a dimostrazione di tutte le opportunità che la società NSC ci mette a disposizione. Concludo con un grazie particolare rivolto a tutte le famiglie delle nostre atlete che, ininterrottamente da settembre a giugno, hanno sostenuto e supportato la squadra a suon di tamburi, trombe e cori degni di un campionato di serie A, aiutandoci a trasmettere alle ragazze una passione ancora più intensa, se possibile, per questo sport”.