PALLAVOLO. MAURINA STRESCINO VOLLEY. IL VICEPRESIDENTE ALDO DE MARTIN LANCIA UN MONITO IMPORTANTE: “SENZA UNIONE LA NOSTRA PROVINCIA SARA’ SEMPRE LIMITATA”

Il Vicepresidente della Maurina Strescino Volley, Aldo De Martin, lancia un messaggio importante a tutto il panorama pallavolistico di Imperia e provincia: “Senza unione la nostra provincia sarà sempre limitata“. Un commento, quello di Aldo De Martin, sicuramente condivisibile anche da parte nostra che ci sentiamo di sposare questo progetto e invitare alla collaborazione tutte le società presenti nel panorama pallavolistico della provincia di Imperia guardando con lucidità al triste scenario che attanaglia la nostra provincia con categorie non di alto livello e con poca attenzione alla voglia di emergere al di sopra dei campionato regionali.
Oltre a quanto sopra, De Martin analizza anche il buon risultato ottenuto dalla prima squadra nel campionato di serie C, un commento anche sul settore giovanile, sulla drammatica situazione palestre a Imperia e un ringraziamento a due atlete della Maurina Strescino Volley che lasciano il mondo della pallavolo.

Come società siete soddisfatti del campionato appena terminato?
“In linea di massima il risultato che ci eravamo posti a settembre è stato centrato, noi da neopromossa ci siamo comportati bene e siamo stati la migliore delle 3 neo promosse e questo è sicuramente un risultato positivo. A settembre c’eravamo posti un risultato di metà classifica e tutto sommato l’abbiamo rispettato. Sicuramente qualcosa nel girone di ritorno ci ha un po penalizzato, positivo il rientro della Baili che ha dato più consistenza nell’organico, da un’altra parte abbiamo dovuto fare partite in trasferta senza alcune giocatrici titolari. Da un lato devo dire che abbiamo reagito bene nelle ultime due partite con i problemi che sono sorti con la mancata possibilità di allenarsi nel palazzetto, nonostante questo abbiamo giocato a Diano vincendo, abbiamo vinto ad Andora, abbiamo fatto una discreta partita a Lavagna, abbiamo chiuso vincendo alla Maggi che, anche lì, giocarci senza allenarsi non è facile, una palestra abbastanza ostica per la travatura che mette in difficoltà diverse squadre. Tutto sommato devo dire che per aver giocato un campionato di serie C è stata una stagione piuttosto buona, abbiamo messo in mostra diverse giovani giocatrici come la Sara Vitali che è un 2000 e che ormai è una titolare inamovibile della prima squadra, nelle ultime partite ha giocato con più frequenza la Martina Lupi che è un 2002, poi una giocatrice in prestito dalla NSC Volley, la Giulia Leone, che le ha permesso sicuramente di crescere molto disputando un campionato di serie C, aprendole diversi scenari, come aver disputato la 9° edizione del Trofeo Internazionale della Ceramica con la LPM di Mondovì”.

Il settore giovanile e la situazione palestre a Imperia.
“E’ stata un’annata difficile per noi come società, per le ragazze e per i genitori anche perchè abbiamo dovuto concentrare molte partite in pochi giorni. Molti allenamenti sono saltati perchè giocavamo quasi una partita al giorno in un impianto solo. Palestre disponibili non ce ne sono, nonostante questo siamo riusciti a disputare una “final four” con l’under 16 e siamo dovuti andare a San Bartolomeo al mare. E’ chiaro che con un impianto solo non è semplice per problemi organizzativi e anche per un fattore campo per tutte le atlete, che realmente non esiste, poi ogni volta spostare le varie attrezzature da una palestra all’altra con un dispendio di energie ed economiche. E’ chiaro che nell’ultimo mese a partire da Aprile in avanti, non potevamo permetterci di non far allenare la prima squadra, abbiamo dovuto rivedere l’utilizzo della palestra “Ruffini” togliendo qualche allenamento ad altre nostre categorie, penalizzando anche le più giovani. Da questo punto di vista è stata una stagione molto faticosa, siamo ancora in pista con la squadra di Luca Ferrari per salire in Seconda Divisione, che giochiamo il 10 Giugno a Bordighera. Come settore giovanile siamo riusciti ad essere presenti in tutti i campionati e ci riteniamo molto soddisfatti perchè non è facile, in più il terzo posto con l’under 16 è sicuramente un buon risultato. Sarebbe meglio comunque riuscire ad unificare le forze a Imperia e provincia perchè siamo senza palestre e con un piccolo bacino d’utenza. Senza unione la nostra provincia rimarrà sempre limitata”.

Il saluto di Aldo De Martin ad Alessandra Sciolè e Chiara Clarizio.
“Infine voglio chiudere ringraziando la Alessandra Sciolè e la Chiara Clarizio, che lasciano la pallavolo per motivi di studio e lavoro, per aver fatto dei sacrifici durante tutta la stagione per giocare con noi dando, quando possibile, la loro disponibilità a coach e società”.