PALLAVOLO. IL DIRETTORE TECNICO DELLA NSC VOLLEY IMPERIA, ROBERTO GUGLIOTTA: “ALLE FINAL FOUR DEL 20 MAGGIO IMPEGNO AL 200%”

Grandi risultati per la NSC Volley Imperia che oltre ad aver raggiunto le “final four” che si disputeranno presso il palazzetto dello sport di Imperia il 20 Maggio, c’è grande soddisfazione anche per il raggiungimento delle finali nazionali CSI di Cesenatico con la categoria under 12.

Abbiamo chiesto un commento generico al direttore tecnico  Roberto Gugliotta.

“Sulla società direi che, da quando è sorta, non ha fatto altro che crescere e ha avuto un’impennata in questi ultimi 3 anni grazie al lavoro egregio dello staff tecnico che è di sicura qualità. Partendo dalla qualità dei tecnici e della dirigenza i risultati non possono che essere molto soddisfacenti, poi, ovviamente, ci si incontra con altre realtà e la competizione è sempre molto elevata.
La prima divisione ha raggiunto la vetta, ora andremo a fare le “final four” in casa e siamo molto soddisfatti, diciamo che ci attendevamo qualcosa di più per quanto riguarda il gioco. C’è anche da dire che abbiamo perso una delle atlete più importanti però questo non deve essere una scusante, questo ha comportato uno shock psicologico perchè quando perdi un elemento di riferimento ovviamente penalizza sotto il lato psicologico. Speriamo comunque nella risolutezza di tutta la squadra anche perchè la panchina è brava tanto quanto chi sta in campo. In considerazione del fatto che ci sono ragazze che vanno dai 15 ai 25 anni diciamo che abbiamo un ventaglio di emozioni diverse, rispettivamente all’età delle atlete.
La conquista dell’under 12 delle finali nazionali di CSI è una conferma perchè, il lavoro svolto dai due tecnici nel settore giovanile, è giusto una conferma dell’ottimo lavoro che hanno fatto e sopratutto la voglia di giocare delle ragazzine che è lo specchio di quel che trasmettono i due allenatori, Raffaele Sini e Carlotta Silvestri. Il primo fattore di un buon risultato, sopratutto nelle prime giovanili, è il divertimento e la voglia di giocare, se si insegna questo seguirà poi tecnica e affiatamento di squadra. Questo è un mix che ha portato la vittoria e la conquista delle finali. Poi sicuramente a Cesenatico si incontreranno realtà molto importanti. Voglio sottolineare comunque che la nostra società è già 3 anni consecutivi che porta una squadra alle finali nazionali, il primo anno con l’under 14 siamo arrivati a un soffio dalla vittoria finale, lo scorso anno l’under 16 e quest’anno le under 12. Il ventaglio di tutte le categorie giovanili ha sempre partecipato alle finali nazionali.
Il nostro orgoglio sarebbe quello di portare qualche atleta in categorie più elevate in altre regioni che non sono la nostra. Comunque anche in confronto alle altre società ci stiamo facendo rispettare”.

Quale era l’obbiettivo prefissato societario per la prima squadra.

“L’obbiettivo era quello di riuscire a conquistare la promozione, sotto un certo aspetto l’abbiamo raggiunto conquistando le “final four”, ora dovremo dare il 200% per vincere e riuscire ad arrivare in serie D. Non sarà facile gli avversari saranno agguerritissimi e con gli stessi nostri obbiettivi”.

La serie D è un punto d’arrivo o categoria transitoria?

“E’ un punto transitorio ma per i primi due o tre anni dovremo mantenerlo, anche perchè dobbiamo strutturarci per una categoria extra provinciale e i play off si fanno con tutta la Liguria. Per cui diciamo, con assoluta certezza, che i primi due anni sono per mantenere la categoria, cercando nuove atlete, cercando di far crescere il bacino interno, cercando anche fuori dal comune di Imperia per poi vedere se si può fare il passo più lungo”.