RUGBY. STAFF TECNICO E DIRIGENZIALE UNION RIVIERA RUGBY STAGIONE 2018-19

Venerdì 8 agosto la club house dell’Imperia Rugby ha ospitato la prima riunione organizzativa della Union Riviera Rugby. Diciamo subito: idee molto chiare, professionalità concrete e voglia di fare. Si realizza in modo sempre più reale il progetto di una franchigia provinciale rugbistica in grado di rivestire un ampio ruolo sociale e sportivo nel contesto della Liguria occidentale. E si fa sempre di più sul serio.

Gli allenamenti iniziano il 20 agosto e sono già programmati e mirati, uno per uno, in ragione dell’attività atletica, di quella tecnica e della progressione delle qualità specifiche di ogni singolo giocatore. Il piano di lavoro è stilato giorno per giorno. I numeri ci sono, i nomi anche: la direzione sportiva è legata a Massimo Zorniotti, fresco di una formativa esperienza nel contesto federale ligure e nazionale e dotato anche di grande sagacia psicologica, cosa non da poco per le giovani generazioni in un contesto formativo.

La seniores si presenta ai nastri di partenza della C1 nazionale con una coppia tecnica nuova di zecca: da un lato Franco La Macchia, un veterano di mille battaglie e fautore della preparazione certosina, che parte prima dal benessere mentale e dalle abitudini di vita. Notevoli, tra l’altro, le sue affermazioni nel non facile settore femminile, che oggi, in Italia, raccoglie risultati maggiori rispetto a quelli dell’ambito maschile, sia pure senza molti clamori. Al suo fianco Davide Pozzati, che ha un importante ruolo di leader per l’esempio dato in campo e sta percorrendo tutta la trafila per le necessarie licenze tecniche. Il preparatore atletico sarà ancora e sempre di più Marco Calzia: una garanzia, anche perché convince e aiuta sempre con il sorriso sulle labbra e sa come poter far lavorare una realtà ancora non del tutto professionale. Marco Calzia lavorerà a tutti i livelli, dalla seniores alla under 16 e il suo ruolino di marcia è già scolpito a caratteri imperiali come sul marmo. Alessandra Ravotto nel suo ruolo di fisioterapista utilizzerà strumenti diagnostici all’avanguardia utili a definire nel dettaglio tutte le possibili fasi di miglioramento nel percorso di formazione atletica di ogni giocatore. Peraltro, è tutto fattibile, divertente, variato e non privo di momenti di svago per la creazione del “gruppo”, dimensione che nel rugby conta moltissimo.

La seniores si presenta con 30 potenziali giocatori, cui si aggiungono nove giovani della nidiata 2000, i quali potranno salire in prima squadra anche a livello di autentico premio per i sacrifici che lo sport impone, come è nella vita, del resto. Per la under 18 i tecnici saranno Flavio Perrone e ancora Davide Pozzati. Perrone è un formatore, un tetragono, uno che non molla mai e che soprattutto si porta in categoria dei ragazzi già seguiti. Davide con la sua doppia veste, avrà la possibilità di amalgamare sempre di più i più giovani con la seniores, svolgendo un programma comune. Gli effettivi disponibili sono ben 33, con sei atleti provenienti dalla sempre più fertile realtà dei Salesiani di Vallecrosia, che ben hanno sposato la causa della franchigia provinciale.

Infine c’è la under 16, un vero laboratorio, affidato alle menti di Giorgio Pallini, uomo sincero, serafico, un padre prima di tutto e di Marco Trucco, una figura in grado di elettrizzare il gruppo anche come fratello maggiore. Ci sono ben 27 atleti in lista, divisi in modo quasi equo tra gli imperiesi e gli intemeli dei Salesiani, ma con la seria possibilità che giunga anche qualche elemento del sempre più attivo vivaio del Sanremo Rugby: la realtà accademica provinciale potrebbe spiccare il volo! Per la under 16 saranno previsti allenamenti congiunti, sfruttando anche i collegamenti ferroviari, per una esperienza che può essere davvero esemplare a livello nazionale. Il gruppo di lavoro si compone anche delle figure dei dirigenti accompagnatori, indispensabili per il funzionamento della macchina organizzativa, come Enrico Abbo, ormai tecnico di lungo corso, Federico Chiappori, che di fatto è un gradito rientro nel contesto ovale ed il Presidente Stefano Fantini appassionato tifoso della prima squadra.

In più c’è il responsabile del gruppo Salesiani, William Campi. Uno staff davvero professionale. Come detto, si comincia lunedì 20. Per la seniores e la under 18 si lavora dalle 20 alle 21.30. Per la under 16 dalle 19 alle 20. La prima amichevole è prevista per il 9 settembre. Questa fase durerà fino alla fine di settembre. Poi si andrà avanti con il consueto programma settimanale, dove i tre allenamenti classici saranno affiancati, per tutti, dalla ripresa post partita del lunedì e da una inedita sessione volontaria di palestra al giovedì, forti di una sempre più ampia presenza di attrezzi presso la sede. Quindi, testa alta, sempre avanti, passando indietro.

La memoria, la tradizione, si costruiscono, giorno per giorno, così.